Grand Tour Costiera

Itinerario:

Grand Tour Costiera


Amalfi

Il cuore e l'anima della costa è Amalfi. Sospesa tra le pendici dei Monti Lattari e il mare, i vicoli pittoreschi di Amalfi ospitano oggi un gran numero di turisti, ma c'è stato un tempo in cui, quando la potente Repubblica Marinara ebbe il suo momento di massimo splendore tra il 10° e il 12° secolo, gli stranieri venivano tenuti alla distanza, rei di voler conquistare la città e farla propria.
In memoria del suo antico potere ogni quattro anni, nel mese di giugno, Amalfi ospita la "Regata Storica delle Repubbliche Marinare".

Il Duomo di Amalfi

Il Duomo è stato costruito nel secolo IX, quando la Repubblica Marinara cominciò a imporsi come potenza commerciale. E 'stato completamente ristrutturato nel 1230, in accordo con lo stile imposto dai conquistatori del mondo arabo-normanno. Il Duomo ha una superba torre campanaria romanica, completata nel 1276, in maiolica decorata a mosaici, e restaurata nel 1929. Adiacente al Duomo è l'incantevole "Chiostro del Paradiso", di stile arabo e decorato con archi intrecciati poggianti su colonne binate; risale al 1266 e conserva all'interno reperti di epoca romana e medievale.
La magnifica cripta, che conserva le reliquie di Sant'Andrea, patrono di Amalfi, è anch'essa incredibilmente importante. E 'stata costruita nel XIII secolo per conservare le reliquie del santo portate dall'Oriente durante la Quarta Crociata.

Positano

Le origini di Positano si perdono nella notte dei tempi, ed è quindi difficile distinguere tra storia e mito. Uno di questi miti ci dice che Positano fu fondata da Poseidone, il dio del mare, per amore della ninfa Pasitea da lui amata. I Romani costruirono nei pressi della spiaggia una ricca villa patrizia, ora nascosta dai giardini e dalla chiesa dedicata alla Madonna dell'Assunta. Con la caduta dell'Impero Romano Positano entrò a far parte della Repubblica di Amalfi, prima Repubblica marinara, ed attraversò un periodo molto florido, grazie al commercio con gli altri paesi del Mediterraneo.
Nel 1700 la cittadina conobbe altri fasti, come è dimostrato dale numerose ville in stile tardo barocco sorte lungo il litorale. Una forte espansione urbanistica e turistica è iniziata dopo la seconda guerra mondiale, ma, nonostante il suo intenso sviluppo, il nostro villaggio conserva la sua caratteristica struttura verticale e la sua architettura solare con angoli suggestivi e panoramici.

Ravello

Famosa per la sua atmosfera tranquilla e serena, Ravello offre bellezze architettoniche di rara eleganza. Il Duomo dell' 11° secolo, dedicato a San Pantaleone, è ricco di tesori artistici come la porta di bronzo dell'ingresso principale adorna di 54 formelle. A destra del Duomo una torre quadrata mostra l'ingresso a Villa Rufolo. La struttura originaria risale al 13° secolo, ed ancora oggi è evidente parte della sua architettura arabo-sicula. Il colonnato policromo arabeggiante è splendido. Ogni estate, nei giardini della villa, si svolgono i concerti del Festival di Ravello. Wagner trovò nei giardini di villa Rufolo l'ispirazione per il magico giardino di Klingsor della sua opera Parsifal.

Villa Cimbrone era, in origine, una semplice capanna. Fu acquistata nel 1904 da Ernest William Beckett che la trasformò in una villa affascinante. Ha ospitato molti personaggi celebri, da Winston Churchill a Greta Garbo. Si avverte una sensazione molto speciale nel chiostro della villa, che presenta elementi antichi in stile arabo-siculo. Terrazza dell'infinito è il nome dato al belvedere, che non ha eguali al mondo.

Prenota con la nostra guida locale GTA la tua escursione !


Grand Tour Costiera

 
Grand Tour Costiera
Alcuni scatti fatti durante questa escursione

Photo Blog

Guide Turistiche Abilitate regione Campania

keep in touch
+39 081.827.66.44
+39 347.38.90.383