Caserta

Itinerario:

Caserta

Caserta: Il Palazzo Reale

La Reggia di Caserta appartenne alla Casa Borbonica dal 1752 al 1860, quando passò ai Savoia. Il palazzo divenne proprietà dello Stato italiano nel 1919.
Quando Luigi Vanvitelli morì nel 1773, l'opera era ancora incompiuta. Solo quando nel 1847 fu ultimata la Sala del Trono il lavoro potè essere considerato terminato. Il Palazzo ha una pianta quadrata e l'area è divisa in quattro cortili separati da un ingresso imponente, e tre navate con due ali laterali. Il Palazzo Reale conta 1.200 camere (alcune delle quali sono aperte al pubblico come Appartamenti Reali), uno splendido parco ed un magnifico giardino inglese.

Il Parco

Il Parco si estende su circa 120 ettari su un terreno in leggera pendenza ed è uno dei più grandi complessi architettonici d'Europa. L'acqua per il parco e le sue fontane è fornita dall'Acquedotto Vanvitelli, con sorgente a 40 km di distanza.
Le sei fontane monumentali che ornano il parco sono state progettate da architetti diversi; la fontana della cascata, con statue raffiguranti Diana ed Atteone, si trova nei pressi dell'ingresso principale del Giardino Inglese.

Casertavecchia

Casertavecchia è un borgo medievale fondato ai piedi dei Monti Tifatini, a circa 10 km a nord-est della città di Caserta. Il nome proviene dal latino "CASAM Irtam" (villaggio natale situato sopra).
Nel 1960 Casertavecchia è diventata Monumento Nazionale Italiano. I siti da visitare consistono nella Cattedrale di S. Michele, magnifico esempio di architettura arabo-normanna con cupola policroma e superbo campanile, i resti del castello originale longobardo e la Casa delle Bifore, un esempio di casa aristocratica del 15° secolo.

Capua (Santa Maria Capua Vetere)

Altera Roma, come fu chiamata da Cicerone l'antica Capua, corrisponde all'attuale città di S. Maria Capua Vetere. I suoi monumenti ci ricordano il suo massimo splendore in epoca romana: Il Mitreo e l'Anfiteatro.

Mitreo

Il Mitreo era un luogo di culto per i seguaci della religione misterica dedicata al dio Mitra. Poteva essere organizzato sia in una grotta o in una caverna naturale adattata, oppure in un edificio artificiale imitante una caverna.
Quello di S. Maria Capua Vetere risale al secondo-terzo secolo dC. Sulla parete di fondo è ancora visibile un affresco del dio nell'atto di uccidere un toro (2 ° secolo dC).

Anfiteatro

Costruito al tempo di Augusto, fu restaurato da Adriano e completato da Antonino Pio. L'esterno era formato da 80 arcate doriche di quattro piani ciascuno, di cui rimangono solo due archi.
L'interno è meglio conservato, sotto l'arena vi sono dei passaggi sotterranei come quelli visibili nell'anfiteatro a Pozzuoli. Si tratta di uno dei più grandi anfiteatri esistenti, il diametro è di 170 m sul lato più lungo, di 140 m sul lato più corto, e l'arena misura 75 per 45 metri; le dimensioni del Colosseo di Roma sono 188, 155, 85, 53 m.
Vicino l'Anfiteatro si trova il Museo dei Gladiatori, con esposizione di armature originali che saranno particolarmente apprezzate dai bambini.

San Leucio

San Leucio è un piccolo paese in provincia di Caserta.
Nel XVIII secolo Ferdinando di Borbone, re di Napoli, scelse questo posto per un insolito esperimento sociale e tecnologico, basato su innovazione ed attenzione alle esigenze dei lavoratori: una fabbrica di seta. I telai furono installati accanto agli appartamenti reali e un antico salotto divenne una cappella per i lavoratori.
La rivoluzione del 1799 fermò la realizzazione completa di Ferdinandopoli, ma l'eredità del re Ferdinando sopravvive ancora oggi nelle imprese locali di seta e tessile, che lavorano su scala internazionale per clienti stranieri ed italiani d'elite come Buckingham Palace, la Casa Bianca, il Palazzo del Quirinale, Palazzo Chigi.
Il Belvedere S. Leucio è stato riaperto al pubblico qualche anno fa, e ci mostra alcuni vecchi telai originali e macchinari restaurati ed esposti all'interno del cortile del Belvedere.

Prenota con la nostra guida locale GTA la tua escursione !


Caserta

 
Caserta
Alcuni scatti fatti durante questa escursione

Photo Blog

Guide Turistiche Abilitate regione Campania

keep in touch
+39 081.827.66.44
+39 347.38.90.383